Capitale Circolante

Che cos'è il Free Cash Flow disponibile e perché è così importante?

27 Luglio 2021
The C2FO Team

Sebbene non compaia nei dati finanziari, il free cash flow è probabilmente una delle metriche più importanti per un'azienda. Ecco come individuarlo, comprenderlo e usarlo.

Free Cash Flow, o "FCF", è un termine che viene spesso nominato, ma che non è facile da comprendere. Probabilmente, perché non è sempre esplicitato direttamente nel bilancio di un'azienda, ma si calcola in base ad altri numeri presenti nello stesso.

Una metrica analoga, ma forse più familiare, è il DSO (dall'inglese, "days sales outstanding"), che indica dopo quanti giorni, in media, i crediti sono pagati dai clienti, ma che a sua volta non compare in un conto economico o in uno stato patrimoniale. Il DSO si calcola dividendo i crediti verso clienti per il totale delle vendite durante un determinato periodo di tempo, quindi si moltiplica per quel numero di giorni. In genere, un DSO superiore a 30, può segnalare la necessità di ricorrere a prestiti o persino di adottare politiche di credito o di vendita più rigorose per adempiere a obblighi imminenti. Può anche aiutarti a prevedere il flusso di cassa. Sebbene i crediti verso clienti siano presenti nel bilancio, il calcolo del DSO può spiegare la loro utilità.

Calcolare il FCF può anche essere utile per comprendere la salute finanziaria dell'azienda. Come dicono nello show Shark Tank, "Devi capire le cifre!" La comprensione del FCF offre una maggiore consapevolezza della posizione di cassa e di quanto denaro si ha a disposizione per investire nella crescita dell'attività.

Che cos'è il free cash flow?

In parole povere, il free cash flow è ciò che rimane dopo aver sottratto le spese in conto capitale (spesso denominate "CAPEX") dal flusso di cassa operativo. Questa metrica indica rapidamente la capacità dell'azienda di far fronte alle spese imminenti. 

In generale, più free cash flow si ha a disposizione, più opzioni sono disponibili per investire ed espandere l'attività. Ancora una volta, il FCF non si deduce dai dati finanziari, ma si può determinare facilmente.

Come si calcola il free cash flow?

Per calcolare il FCF sono necessari solo due passaggi:

  1. Individua il flusso di cassa operativo da un prospetto dei flussi finanziari, che indica le variazioni del flusso di cassa nel corso dell'esercizio finanziario.

  2. Trova il CAPEX (che in genere riguarda impianti e attrezzature), anche sul prospetto dei flussi finanziari, e sottrailo dal flusso di cassa operativo per ottenere il FCF.

Un esempio di questa procedura è riportato nei risultati del 2020 della Berkshire Hathaway di Warren Buffet, dove un FCF di fine anno di 26.761.000 $ è derivato dalla sottrazione di 13.012.000 $ di CAPEX da 39.773.000 $ di flusso di cassa operativo. Le aziende di tutte le dimensioni possono calcolare il FCF, anche se questo valore si applica di più alle aziende manifatturiere e di distribuzione, con il loro normale CAPEX, rispetto ai fornitori di servizi finanziari o analoghi.

In questo esempio, la formula per il calcolo del FCF è abbastanza semplice:

FREE CASH FLOW = Flusso di cassa operativo - Spesa per impianti e attrezzature

Un modello leggermente diverso calcola il FCF sommando l'utile netto alle spese non in contanti (deprezzamento e ammortamento), quindi sottraendo la variazione del capitale circolante e del CAPEX. Per questa formula più complessa, si dovranno utilizzare il conto economico e lo stato patrimoniale, quindi calcolare il capitale circolante sottraendo le passività dalle attività.

Perché il free cash flow è importante?

Il free cash flow è una misura di base, anche se non dichiarata, per valutare la salute e la redditività a breve termine di un'azienda. Possiamo considerarlo il reddito "disponibile e chiaro", rimanente dopo aver soddisfatto tutti gli obblighi interni ed esterni. Mentre l'utile netto equivale a quanto profitto produce un'azienda, il cash flow disponibile è quanto un proprietario può "prendere" dall'azienda. Possiamo considerarlo come "il denaro in tasca del proprietario" in qualsiasi momento.

I leader e i proprietari d'azienda attribuiscono un valore elevato al FCF. Come ha dichiarato a Bloomberg il CEO di Amazon, Jeff Bezos, nel 2013, "il valore da massimizzare è il free cash flow per azione". Da quando Bezos ha rilasciato questa dichiarazione, le azioni di Amazon sono aumentate del 1.200% (e del 75% da gennaio 2020), a dimostrazione della capacità da parte del colosso della vendita al dettaglio di generare e mantenere una quantità significativa di cash flow disponibile.

Per le aziende molto più piccole, il FCF è importante perché in base a questo valore si può stabilire quanto denaro spendere per assumere nuovo personale, acquistare nuove attrezzature, lanciare un nuovo prodotto o premiare i dipendenti.

Come si può utilizzare il free cash flow?

Avere più FCF a portata di mano offre più opportunità a te e alla tua azienda. 

Ecco alcuni modi di utilizzarlo: 

  1. Distribuirlo come ricompensa per il rischio o i risultati.

  2. Investire in un'azienda alternativa, preferibilmente con a sua volta una buona quantità di free cash flow.

  3. Reinvestire nell'attività principale. È possibile spenderlo per sviluppare una linea di prodotti alternativa o, più comunemente, per riacquistare azioni di proprietà a un prezzo scontato. Oppure si potrebbe anche investire per velocizzare le lentissime riscossioni dei crediti commerciali, liberando capitale circolante per incrementare il fatturato, ridurre il debito o aumentare l'inventario, solo per citare alcuni esempi.

Chi deve conoscere il tuo free cash flow?

Sebbene la crescita dei ricavi e la redditività spesso portino a titoli sui giornali, i migliori indicatori del valore corrente di un'azienda sono spesso i valori finanziari meno noti, come il cash flow disponibile.

I titolari di piccole imprese e i loro investitori sono certamente interessati a conoscere il cash flow disponibile dell'azienda. Dal momento che la metrica risponde facilmente anche alla domanda "Cosa ne ricavo personalmente", prestatori, potenziali acquirenti e broker aziendali saranno anch'essi desiderosi di conoscerlo. 

Avendo una risposta pronta alla domanda "Qual è il tuo free cash flow?", ispirerai fiducia negli altri e dimostrerai di conoscere davvero il valore della tua azienda. 

Per scoprire come C2FO può aiutarti ad acquisire il controllo del flusso di cassa della tua azienda, visita www.C2FO.com.

Vuoi prendere il controllo del tuo Cash Flow?

Il Pagamento Anticipato tramite C2FO può aiutarti.

Related Reading