Capitale Circolante

Cosa fare quando i termini di pagamento vengono estesi

2 Settembre 2020
The C2FO Team

Ecco quattro forme alternative di finanziamento per aiutare i piccoli e medi fornitori a superare le difficoltà.

Al momento, molti proprietari di aziende si sentono sotto pressione, non solo a causa degli effetti della pandemia di COVID-19. 

I fornitori, di cui molti sono piccole e medie imprese (PMI), spesso devono aspettare da 90 a 120 giorni (o persino di più) per ricevere i pagamenti delle fatture, il che può portare a una grave carenza di liquidità. Anche nel caso in cui i proprietari delle PMI siano in grado di evitare l'insolvenza, spesso devono affrontare altre conseguenze, come l'impossibilità di pagare le bollette, di rifornire l'inventario, di retribuire il personale o di investire in opportunità di crescita. Se si aggiungono l'attuale pandemia di coronavirus e le altre incertezze economiche, il periodo di attesa di tre mesi per ricevere il pagamento potrebbe sembrare un'eternità. 

Le grandi aziende estendono i termini di pagamento in modo da avere a disposizione più liquidità utilizzabile immediatamente, il che si traduce in meno denaro disponibile per i fornitori quando ne hanno bisogno. Ciò può creare una situazione difficile per le PMI, che spesso non dispongono di una storia di credito o di altri requisiti finanziari per ottenere prestiti bancari tradizionali.

Quindi, a chi si rivolgono i fornitori quando i termini vengono prolungati e hanno bisogno di un flusso di cassa? Fortunatamente, esistono quattro opzioni di finanziamento alternative che possono aiutarli mantenere la loro attività operativa (e persino in crescita) quando i periodi di pagamento vengono estesi.

In questo articolo, vedremo come le linee di credito, i prestiti a breve termine, il factoring delle fatture e i programmi di pagamento anticipato possono aiutare ad alleviare la carenza di flusso di cassa quando attendere 90 giorni (o più) per il pagamento sembra insostenibile.


Linea di credito aziendale

Se un fornitore sa che un cliente ha la tendenza a estendere regolarmente i termini di pagamento e desidera salvaguardarsi da eventuali problemi legati al flusso di cassa, una linea di credito (LOC) aziendale può costituire una soluzione flessibile. Queste linee offrono un credito "rotativo", il che significa che i debitori possono prelevare fondi in qualsiasi momento fino a un limite predeterminato e ripagarli ogni volta che possono. Come per le carte di credito, il pagamento del saldo permette di ristabilire i fondi disponibili.

Ottenere una linea di credito aziendale è piuttosto semplice. È possibile richiedere una linea di credito a una banca o a un ente finanziario e accettare un tasso d'interesse e un limite di credito. Il denaro può quindi essere utilizzato ogni qualvolta è necessario, ripagando il saldo quando possibile o in base a termini concordati con l'ente finanziario.

Ovviamente, i requisiti, i termini e le tariffe variano a seconda degli enti finanziari. Le banche possono richiedere informazioni di credito più dettagliate, mentre gli intermediari finanziari innovativi possono dimostrarsi più indulgenti ma fissare pagamenti programmati e tassi di interesse più elevati.

Le linee di credito aziendali sono ideali per i proprietari di imprese che sanno di dover affrontare termini di pagamento più lunghi, ma che non sanno quando accadrà. Tuttavia, per chi sta già affrontando il problema e ha bisogno di un finanziamento immediato, è consigliabile prendere in considerazione un prestito aziendale a breve termine.


Prestiti aziendali a breve termine

I prestiti aziendali a breve termine garantiscono una somma forfettaria in anticipo, che i debitori possono pagare in rate mensili, settimanali o giornaliere, in genere per un periodo da tre a 36 mesi, con tassi di interesse molto elevati, a partire dall'8% circa. Ciò è particolarmente utile, ad esempio, se un fornitore non può pagare i dipendenti a causa di termini di pagamento estesi nel tempo. Un prestito di questo tipo dovrebbe essere sufficiente per i titolari dell'azienda a pagare il proprio personale in attesa del pagamento di un cliente.

Il ricorso a prestiti aziendali a breve termine è più sicuro per le aziende che si aspettano di ricevere entrate a breve. Ecco perché costituiscono la soluzione ideale per i fornitori i cui termini di pagamento sono stati estesi. Una volta ricevuto il denaro, potranno ripagare rapidamente il prestito.

Al contrario, se un'azienda ha problemi di flusso di cassa, a causa di condizioni avverse o di un periodo di recessione, è possibile che non si verifichi un aumento degli incassi entro poco tempo. In questo caso, i titolari di un'azienda che utilizzano un prestito a breve termine rischiano di accumulare interessi e sanzioni per i ritardi nel ripagare il debito, danneggiando così il proprio merito di credito.

Per poter richiedere un prestito a breve termine, le piccole e medie imprese dovranno dimostrare di essere in attività da almeno due anni, di aver maturato entrate sostanziali e di avere un discreto merito di credito. Le aziende che non dispongono di tali requisiti possono rivolgersi a istituti di credito online con condizioni meno severe. Tuttavia, gli eventuali prestiti erogati da questi soggetti si riveleranno ancora più costosi.

Prestiti con o senza garanzia

La maggior parte dei prestiti bancari non tradizionali, comprese le linee di credito e i prestiti a breve termine, non sono garantiti, il che significa che non è richiesto alcun tipo di garanzia. Tuttavia, i prestiti garantiti (che richiedono una garanzia) possono essere l'unica opzione possibile se l'intermediario finanziario considera il rischio di credito troppo alto.

Che si tratti di un prestito bancario tradizionale o online, tutti gli istituti di credito considerano il merito di credito come l'indicatore più accurato per capire se il debitore può rimborsare il prestito. Se il punteggio è basso e non vi sono altri indicatori finanziari a compensare, gli intermediari finanziari potrebbero richiedere un accordo che consenta loro di effettuare il sequestro dei beni in caso di inadempienza.

Tuttavia, il debito non è l'unica soluzione ai problemi dei flussi di cassa causati da termini di pagamento prolungati. Esistono altre soluzioni finanziarie che forniscono alle PMI una liquidità direttamente legata ai loro crediti commerciali. 





Factoring

Il factoring delle fatture si verifica quando una società vende le sue fatture in sospeso a un soggetto terzo (la società di factoring) a sconto. La società di factoring anticipa dal 75% al 90% dell'importo delle fatture, consentendo all'azienda di soddisfare le sue esigenze di finanziamento immediate. La società di factoring, che è ora proprietaria della fattura, recupera il saldo dall'acquirente originale quando è previsto il pagamento della fattura. Infine, tale società restituisce al fornitore il resto dell'importo della fattura, meno lo sconto concordato. Solitamente, i tassi di factoring partono da circa il 2% della fattura, ma potrebbero aumentare in modo significativo in caso di periodi di rimborso più lunghi.

Perché le società di factoring sono disposte ad acquistare le fatture delle PMI i cui punteggi di credito sono così bassi da non poter beneficiare di un prestito a breve termine? La priorità di questo soggetto, una volta che possiede la fattura, è essere pagato dall'acquirente. Pertanto, ciò che conta è il punteggio e la storia di credito dell'acquirente. Il fornitore non viene più tenuto in considerazione nel debito.

Ad alcune PMI, tuttavia, non piace l'idea di avere una terza parte che interagisce con i propri clienti. Sebbene la maggior parte delle società di factoring facciano il possibile per nascondere il proprio coinvolgimento, non vi è alcuna garanzia che il processo di screening e di riscossione non lasci tracce.

Quali opzioni restano per un fornitore al di là dei prestatori e delle società di factoring?




Pagamento anticipato 

I fornitori che desiderano evitare il coinvolgimento di terze parti possono optare per il pagamento anticipato come alternativa più valida ai prestiti e al factoring. Con il pagamento anticipato, il fornitore paga uno sconto per essere pagato in anticipo. Il pagamento anticipato può provenire direttamente dal cliente del fornitore o da un istituto partner che gestisce il programma.

Le piattaforme online che facilitano il pagamento anticipato possono accelerare il processo. I fornitori possono caricare tutte le fatture e selezionare semplicemente quelle da scontare. Se il buyer o il finanziatore che si trova dall'altra parte della transazione accetta i termini, sbloccherà immediatamente i fondi, che appariranno sul conto del fornitore in meno di 48 ore.

I costi del pagamento anticipato sono trasparenti. In alcuni casi, l'unica spesa per il fornitore è lo sconto che offre sulle fatture. Questo costo può essere notevolmente inferiore rispetto ad altre forme di finanziamento alternative. 

Capitale circolante tramite C2FO

In qualità di provider globale di soluzioni per il capitale circolante, C2FO offre una soluzione di pagamento anticipato che collega i crediti e i debiti commerciali di più di un milione di clienti in tutto il mondo. C2FO offre anche opzioni di finanziamento aggiuntive che consentono alle aziende di tutte le dimensioni di avere maggiore controllo del loro flusso di cassa, sia tramite pagamenti più rapidi dai clienti sia tramite una rete diversificata di partner finanziari innovativi. 

Per saperne di più su come C2FO può aiutare ad alleviare la pressione sulla tua azienda, visita www.C2FO.com. 

Vuoi prendere controllo del tuo Cash Flow?

Il Pagamento Anticipato tramite C2FO può aiutarti.

Related Reading